Saggi e contributi scientifici

Il sistema antidoping. Elementi di comparazione


Abstract


Lo scopo del presente contributo è quello di presentare un modello di disciplina antidoping nell’ambito comunitario. A tal fine risulta, dunque, necessario esaminare gli specifici ambiti di disciplina da un punto visuale nazionale, così da poter offrire degli spunti di riflessione sulle diversità disciplinari che caratterizzano il rapporto di diritto tra i singoli Stati membri.

Se, infatti, l’orientamento politico proprio di una realtà comune è quello di unificare, partendo da una sana politica del diritto, la disciplina giuridica relativa a simili fattispecie, in tale lavoro si proporranno momenti di totale difformità disciplinari che sino ad oggi hanno allontanato gli Stati membri da quella che è, ovvero dovrebbe essere, un sistema di diritto comune.

Partendo dalle difformità accennate, sarà interessante cogliere gli sforzi degli stati membri in seno al Consiglio d’Europa, mirati proprio a dare omogeneità alle diverse politiche di diritto dello sport e, primariamente, alla disciplina antidoping. Tali lavori, come si vedrà, sono ad oggi attuati mediante convegni che interessano tutti i Paesi dell’area comunitaria.

Il presente lavoro analizzerà, dunque, le singole realtà degli ordinamenti giuridici Spagnolo ed Italiano, così da proporre un valido esempio di come singoli Stati membri, partendo da diversità radicali di disciplina antidoping, convergono i rispettivi sforzi verso l’armonizzazione del sistema di previsione-repressione.


Parole chiave


organizzazione e procedimento

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici





I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei, J. Espartero Casado. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Redazione: G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma