Giurisprudenza annotata

3.10. T.A.R. Sicilia n. 467/2009


Abstract


In tema di partecipazione dei consorzi a procedura ad evidenza pubblica, le disposizioni contenute nell’art. 97, commi 1 e 4, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554, relative ai requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi che devono essere posseduti dalle singole imprese consorziate, sono efficaci unicamente per gli appalti di lavori.

Nell’appalto di servizi, per contro, il consorzio può validamente partecipare ove sia in possesso dei requisiti generali di cui all’art. 34, D.Lgs. 13 aprile 2006, n.163.

In particolare, il T.A.R. siciliano ha ribadito che, ai fini dell’ammissione in gara dei consorzi di cooperative ex lege n. 422 del 1999, il possesso dei requisiti di idoneità tecnica e finanziaria è richiesto esclusivamente in capo al consorzio, e le singole cooperative consorziate fruiscono del beneficio di poter sommare i rispettivi requisiti, in ipotesi insufficienti, ai fini del raggiungimento delle soglie minime richieste dalla lex specialis di gara.

Da ciò discende che i requisiti riguardanti la capacità tecnico finanziaria debbono essere accertati solo con riferimento al consorzio nel suo complesso.

Il T.A.R., nel concludere la sua disamina, precisa che la ratio di tale disciplina si giustifica in base al principio secondo il quale il requisito dell'importo contrattuale di qualificazione si “estende” all'impresa indicata come esecutrice non per la sua qualità di offerente, ma per quella di consorziata, cioè di parte integrante dell'organizzazione consorziale ai fini della partecipazione alla gara, tale essendo il suo ruolo nel contesto del Consorzio formatosi ai sensi della citata legge 422/1999.

Si tratta, in altre parole, di un requisito di natura tecnico-economica che, in base alla disciplina legale e alla giurisprudenza, ai fini della partecipazione ad un appalto di servizi, va riferito all'intero consorzio ed esteso alla consorziata quale “articolazione organica del soggetto collettivo”.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici





I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei, J. Espartero Casado. Direttore Responsabile: G. Caputi. Redazione: G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma - ISSN 2036-7821