Giurisprudenza annotata

2.4. Corte costituzionale - SENTENZA 26-30/01/2009, n. 24


Abstract


Con questa sentenza la Corte ha ritenuto costituzionalmente illegittima la disposizione di cui all’art. 3, comma 3, del decreto legge 28 dicembre 2006 n. 30 convertito, con modificazioni, dalla L. n. 17/2007 che determinava la reviviscenza dei verbali di concordamento dell’indennità nell’ambito delle procedure espropriative per gli interventi nelle zone terremotate del 1980, vanificando così qualsiasi pretesa indennitaria dei proprietari che non avevano visto emanare i relativi decreti di esproprio entro i termini di scadenza delle occupazioni. Secondo i supremi Giudici la norma, ritenuta contrastante con i canoni della ragionevolezza, interviene su situazioni in cui si è consolidato l’affidamento del privato riguardo alla regolamentazione giuridica del rapporto, dettando una disciplina con esso contrastante, e sbilanciando l’equilibrio a favore di una parte e a svantaggio dell’altra.

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici





I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei, J. Espartero Casado. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Redazione: G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma