Giurisprudenza annotata

15.5. Corte Costituzionale 29 maggio 2009, n. 164


Abstract


La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 164/09, ha dichiarato l'illegittimità di alcune norme contenute nella legge della Regione Valle d'Aosta 16 ottobre 2006, n. 22, in materia urbanistica e di pianificazione territoriale, che hanno sottratto le zone contermini ai laghi artificiali al regime di tutela ex lege imposta dall'art. 142 del Codice dei Beni culturali.

Detta norma, in continuità con la cd. "legge Galasso", prevede che il vincolo paesaggistico grava anche sui "territori contermini ai laghi compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i territori elevati sui laghi".

Alla base della decisione della Consulta vi è la qualificazione delle disposizioni di tutela della cd. "legge Galasso" - e conseguentemente anche dell'art. 142 del codice - come norme "di grande riforma economico-sociale", cui deve uniformarsi anche la potestà normativa primaria in materia di tutela del patrimonio culturale, attribuita alla Regione Valle d'Aosta dal proprio Statuto.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici





I contenuti redazionali di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons, Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-SA 3.0 IT) eccetto dove diversamente specificato. Diretta da G. Terracciano, G. Mazzei, J. Espartero Casado. Direttore Responsabile: M. Cardilli. Redazione: G. Iacovino, C. Rizzo. Iscritta al N. 16/2009 del Reg. stampa del Tribunale di Roma